Statuto

R. E. S. - Ricerca Educazione Sport

Costituzione e scopi

Art. 1. E' costituita con sede in Padova Via Leonardo da Vinci 12/a una libera associazione sportiva, culturale, ricreativa, apolitica, apartitica, aconfessionale che assume la denominazione di "ASSOCIAZIONE SPORTIVA R. E. S. - RICERCA EDUCAZIONE SPORT”.

Art 2. L'associazione, che non ha fini di lucro, promuove discipline e attività sportive e motorie, comportamentali, del tempo libero, culturali, ricreative e di solidarietà ‑ in particolare correlate alle attività sportive ‑ idonee a favorire il benessere e l'equilibrio psicofisico dell'individuo sia come singolo sia nei rapporti sociali e familiari e a diffondere un migliore impiego del tempo libero.

L’attività dell'associazione consta nella promozione, nello studio, nella ricerca e nella formazione nel campo delle attività motorie rivolte non solo a giovani ed adulti ma anche a bambini fin dalla prima infanzia, allo scopo di favorire un corretto ed armonico sviluppo della personalità e socialità dei minori in particolare attraverso le attività psicomotorie e di avviamento alla pratica sportiva, nonché ad anziani e disabili, con attività anche rieducative e riabilitative, allo scopo di favorire un approccio equilibrato con la terza età e di salvaguardare e garantire un maggiore benessere psico-fisico a soggetti emarginati o in difficoltà anche per favorire rapporti interpersonali, di aggregazione ed integrazione.

Inoltre, non secondaria, è l’attività di solidarietà e sostegno alle persone in difficoltà, sia economica che fisica, attraverso tutti quegli strumenti possibili per legge, quali ad esempio: donazioni, adozioni a distanza, sussidiarietà, sostegno e quant’altro permetta un aiuto alle persone di qualsiasi nazionalità, condizione sociale e religione.

A titolo esemplificativo e non tassativo l'associazione potrà svolgere per il raggiungimento degli scopi istituzionali le seguenti attività:

o       attività di formazione e studio: organizzazione e gestione di corsi, stages, centri studi, osservatori, centri estivi, centri di avviamento allo sport, su temi di interesse dei soci ed in particolare su attività motorie e discipline sportive in generale; (corsi di ginnastica, di base e propedeutica, per disabili, per la terza età, per giovani e adulti , antalgica e correttiva, corsi per la pratica di ogni genere di sport, individuale e di squadra o gruppo); attività ludico motorie e baby parking con attività didattico ‑ formative per bambini; cardiofitness e preparazione atletica per qualunque disciplina sportiva, sia a livello amatoriale e dilettantistico che agonistico; fitness, body building, arti marziali, yoga aerobica e danza; educazione alimentare, medicina alternativa e naturale, scienze umane e naturali, primo soccorso, educazione ambientale; psicologia, pedagogia, sociologia, antropologia, tradizioni popolari, lingue e letterature straniere, arti visive; mimo, espressione corporea, recitazione; tecniche di rilassamento e ginnastica passiva; medicina alternativa e medicina naturale; alimentazione naturale;

o       attività editoriale: pubblicazione di una rivista bollettino; pubblicazione di raccolte di testi in materie inerenti l'attività e le finalità istituzionali dell'associazione.

o       attività ricreativa: incontri, manifestazioni e rassegne, escursioni sociali, laboratori per la pratica delle discipline e delle attività statutarie per favorire una maggiore integrazione tra gli associati ;

o       attività culturale: tavole rotonde, dibattiti, mostre, rassegne, istituzione di biblioteche e sale di lettura, seminari, gruppi di studio, visite guidate, proiezione di films e documentari su tematiche legate alle discipline trattate, di particolare interesse per i soci e a loro esclusivo favore.

o       attività di solidarietà con donazioni, contributi in denaro (sostegno economico a famiglie, adozioni a distanza), e opere di volontariato verso popolazioni svantaggiate nei paesi stranieri.  Attività di promozione sociale e integrazione di stranieri presenti nel nostro e nel loro territorio.

L'associazione potrà inoltre svolgere qualsiasi attività lecita e conforme agli scopi del sodalizio inclusa la gestione di impianti e attrezzature sportive, la promozione, l'organizzazione e la gestione di progetti, nonchè la possibilità di richiedere e ricevere contributi, agevolazioni e sponsorizzazioni per l'acquisto o l'utilizzo di attrezzature e impianti e per lo svolgimento e la realizzazione delle attività e finalità statutarie.

L'associazione in via sussidiaria e complementare con l'attività istituzionale e per il perseguimento dei fini associativi potrà svolgere anche attività commerciale in conformità alle leggi vigenti.

Art. 3. Sono compiti dell’Associazione:

a) promuovere, diffondere e praticare ogni forma di sport quale attività ricreativa ed educativa, per diffondere lo spirito sportivo, specialmente dilettantistico ;

b) promuovere l'impiego del tempo libero attraverso iniziative sportive, culturali, turistiche, ricreative, di volontariato e solidarietà, anche al fine di contribuire alla elevazione civica e sociale degli associati;

c) realizzare ogni iniziativa utile a propagandare e diffondere le attività istituzionali; favorire i contatti fra ali associati; promuovere forme consortili e di collaborazione con altri entri o associazioni democratiche che condividano i principi e gli scopi dell'associazione; aderire ad associazioni, enti, federazioni che condividano e perseguano le stesse finalità dell'associazione.

Art. 4. Il numero dei soci è illimitato; al circolo possono aderire tutti coloro che senza distinzioni di sesso, lingua, razza, religione, credo politico intendano perseguire le finalità del sodalizio e si riconoscano nei principi e negli scopi ideali dell'associazione. Potranno inoltre essere soci Associazioni e Circoli aventi attività e scopi non in contrasto con l’Associazione.

Art.5. Per essere ammessi a socio è necessario presentare domanda di ammissione all’Associazione.

E' compito del legale rappresentante del circolo o di altro membro del Consiglio Direttivo da lui delegato, anche verbalmente, valutare in merito all'accettazione o meno di tale domanda.

L'accettazione, seguita dall'iscrizione a libro soci, dà diritto immediato a ricevere la tessera sociale, e comporta la qualifica di "socio".

Nel caso in cui la domanda venga respinta, l'interessato può presentare ricorso, sul quale si pronuncia in via definitiva il Consiglio Direttivo, alla prima convocazione successiva.

Art.6. Qualora si manifestino motivi di incompatibilità del nuovo socio con le finalità statutarie e con i regolamenti del circolo, entro i 30 giorni successivi all'iscrizione del socio stesso, il Consiglio Direttivo ha la possibilità di revocare tale iscrizione con delibera da comunicarsi all'interessato.

In questo caso l'interessato potrà presentare ricorso sul quale si pronuncia in via definitiva l'Assemblea dei soci alla prima convocazione.

Le dimissioni da socio vanno presentate per iscritto al Consiglio Direttivo del circolo.

Art. 7. I soci hanno diritto di frequentare i locali dell’Associazione e di partecipare a tutte le manifestazioni indette dal circolo stesso.

Art. 8. L'appartenenza all'associazione ha carattere libero e volontario ma impegna gli aderenti all'osservanza dello Statuto, degli eventuali regolamenti interni, delle deliberazioni prese dagli organi sociali e dei principi e degli statuti di enti e federazioni alle quali il sodalizio aderisse. 1 soci sono tenuti al pagamento della tessera sociale ed a eventuali integrazioni della cassa sociale attraverso versamenti di quote straordinarie.

Art. 9. I soci sono espulsi o radiati per i seguenti motivi:

1) quando non ottemperino alle disposizioni del presente Statuto, ai regolamenti interni o alle deliberazioni prese dagli organi sociali

2) quando si rendono morosi nel pagamento della tessera e delle quote sociali senza giustificato motivo;

3) quando, in qualunque modo, arrechino danni morali o materiali al circolo.

Le espulsioni e le radiazioni saranno decise dal Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta dei suoi membri. 1 soci radiati per morosità potranno dietro domanda essere riammessi pagando una nuova quota di iscrizione.

Tali riammissioni saranno deliberate dalla prima Assemblea dei Soci. I soci espulsi potranno ricorrere contro il provvedimento nella prima Assemblea ordinaria.

La qualifica di socio può venire meno per dimissioni, per decadenza, cioè per la perdita dei requisiti in base ai quali è avvenuta l'ammissione, e per accertati motivi di incompatibilità.

Patrimonio sociale

Art. 10. Il patrimonio sociale è indivisibile ed è costituito:

1) dal patrimonio mobiliare e immobiliare di proprietà del circolo;

2) dalle quote associative, nella misura fissata annualmente dalla Assemblea ordinaria su proposta del Consiglio Direttivo, dai contributi integrativi straordinari, deliberati dall'assemblea in relazione a particolari iniziative che richiedano disponibilità eccedenti quelle del bilancio ordinario, da contributi, erogazioni o lasciti diversi.

3) dal fondo di riserva.

Art. 11. Le somme versate per la tessera e per le quote sociali non sono rimborsabili in nessun caso. La qualifica di socio è personale, non cedibile né trasferibile.

Rendiconto economico (Bilancio)

Art. 12. Il rendiconto economico comprende l'esercizio sociale dal 1 gennaio al 31 dicembre e deve essere presentato all'Assemblea entro il 30 aprile.

Art. 13. Il residuo attivo del bilancio, fermo il divieto di distribuzione in qualsiasi forma tra gli associati, sarà devoluto come segue:

1) il 10% al fondo riserva; 2) il rimanente a disposizione per iniziative conformi agli scopi istituzionali.

Assemblea

Art. 14. Le Assemblee dei Soci possono essere ordinarie e straordinarie e hanno diritto di parteciparvi tutti i soci in regola con il versamento della quota associativa. Le Assemblee sono convocate con avviso affisso presso la sede e presso i locali ove si svolge l'attività statutaria con almeno 15 giorni di preavviso. L'avviso dovrà riportare data , luogo e ordine del giorno dell'Assemblea.

Art. 15. L'Assemblea ordinaria viene convocata ogni anno nel periodo che va dal 1 gennaio al 30 aprile. Essa:

‑ approva le linee generali del programma di attività per l'anno sociale; elegge il Consiglio Direttivo;

‑ procede alla nomina delle cariche sociali;

‑ approva il rendiconto economico consuntivo e preventivo;

‑ approva gli stanziamenti per iniziative previste dal comma 2° dell'art. 13 del presente Statuto;

‑ delibera su tutte le questioni attinenti alla gestione sociale.

Art. 16. L'assemblea straordinaria è convocata:

‑ tutte le volte il Consiglio lo reputi necessario;

‑ allorché ne faccia richiesta motivata almeno 1/3 dei soci.

Essa delibera sullo scioglimento della associazione, sulle modifiche allo statuto, sul trasferimento della sede sociale, su ogni altro argomento di carattere straordinario sottoposto alla sua approvazione dal Consiglio direttivo.

Art. 17. In prima convocazione l'Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita con la presenza di metà più uno dei soci.

In seconda convocazione l'Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti e delibera validamente a maggioranza assoluta dei voti dei soci presenti su tutte le questioni poste dell'ordine del giorno; la seconda convocazione può aver luogo mezz'ora dopo la prima.

Art. 18. Per deliberare sulle modifiche da apportare allo Statuto o al regolamento, sullo scioglimento o sulla liquidazione del circolo, è indispensabile la presenza di almeno il 50 %, dei soci e il voto favorevole della maggioranza assoluta dei presenti. In seconda convocazione , che può avere luogo 1/2 ora dopo la prima, e che è validamente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti è sufficiente il voto favorevole dei 2/3 dei presenti.

Art. 19. Le votazioni possono avvenire per alzata di mano o a scrutinio segreto. Alla votazione partecipano tutti i soci presenti maggiori di età con uguale diritto di voto.

Art. 20. L'Assemblea, tanto ordinaria che straordinaria, è presieduta da un Presidente nominato dall'Assemblea stessa; le deliberazioni adottate dovranno essere riportate su apposito libro dei verbali

Consiglio Direttivo

Art. 21. Il Consiglio Direttivo è composto da un numero variabile da 3 a 10 consiglieri i fra i soci dall'assemblea ordinaria

Art. 22. Il Consiglio elegge nel suo seno il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario , e fissa le responsabilità degli altri consiglieri in ordine all'attività svolta dal circolo per il conseguimento dei propri fini sociali.

Il Presidente, il Vice Presidente e il Segretario compongono la Presidenza. E' riconosciuto al Consiglio il potere di cooptare altri membri fino ad un massimo di un terzo dei suoi componenti.

Il Consiglio direttivo dura in carica 3 anni e comunque fino all'assemblea ordinaria che procede al rinnovo delle cariche sociali. Al termine del mandato i consiglieri possono essere riconfermati. Le funzioni dei membri sono gratuite, fatto salvo il rimborso delle spese inerenti l'espletamento dell'incarico.

Art. 23. Il Consiglio Direttivo si riunisce ordinariamente 1 volta all’anno e straordinariamente ogni qualvolta lo ritenga necessario la Presidenza o ne facciano richiesta un terzo dei consiglieri; in assenza del Presidente la riunione sarà presieduta dal Vice Presidente. La convocazione viene effettuata mediante avviso scritto affisso presso la sede del circolo.

Il Consiglio delibera a maggioranza semplice, per alzata di mano. In caso di parità di voti, prevale il voto del Presidente.

Art. 24. Il Consiglio Direttivo deve:

‑ redigere i programmi di attività sociale previsti dallo Statuto sulla base delle linee approvate dall'Assemblea dei Soci;

‑ curare l'esecuzione delle deliberazioni dell'Assemblea;

‑ redigere i rendiconti economici;

‑ compilare i progetti per l'impiego del residuo del bilancio da sottoporre all'Assemblea;

‑ approvare tutti gli atti e contratti di ogni genere inerenti alla attività sociale;

‑ formulare il regolamento interno da sottoporre alla approvazione dell'Assemblea;

‑ deliberare circa la sospensione e la espulsione dei soci;

‑ favorire la partecipazione dei soci alle attività del circolo.

Nell'esercizio delle sue funzioni il Comitato Direttivo può avvalersi di responsabili di commissioni di lavoro da esso nominati. Detti responsabili possono partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo con voto consultivo.

Art. 25. Il Presidente ha la rappresentanza e la firma sociale. In caso di assenza o di impedimento del Presidente tutte le di lui mansioni di ordinaria amministrazione spettano ente l'Ufficio di presidenza

Scioglimento dell’Associazione

Art. 26. La delibera di scioglimento dell’Associazione deve essere presa dalla maggioranza di 3/4 degli associati.

Art. 27. In caso di scioglimento l'Assemblea delibera con la maggioranza prevista dall'art. 26 sulla devoluzione del patrimonio residuo, dedotte le passività, in favore di associazione analoga perseguente le stesse finalità o per fini di pubblica utilità sentito l'organismo di controllo di cui all'art. 3 comma 190 1.23/12/96 n. 662 e in conformità delle leggi vigenti. E' fatto divieto in ogni caso di distribuire il patrimonio residuo tra gli associati.

Clausola compromissoria

Art. 28. Tutte le eventuali controversie sociali, anche relative all'interpretazione dello Statuto, tra gli associati, tra questi e l'associazione o i suoi organi, tra gli organi dell'associazione, tra i componenti degli organi dell'associazione sono devolute, con esclusione di qualsiasi altra giurisdizione, alla competenza di tre probiviri da designarsi con le seguenti modalità.

Due probiviri verranno nominati rispettivamente da ciascuna parte controvertente; il terzo verrà nominato di comune accordo dai primi due e in difetto dal Presidente del Tribunale ove ha sede l'associazione.

1 probiviri decideranno ex bono et aequo senza formalità di procedura e la decisione sarà vincolante ed obbligatoria per le parti.

Disposizione finale

Art. 29. Per quanto non compreso nel presente Statuto decide l'Assemblea a maggioranza assoluta dei partecipanti. Particolari norme di funzionamento e di esecuzione del presente statuto potranno essere eventualmente disposte con regolamento interno adottato dal consiglio direttivo.

Associazione Sportiva Dilettantistica R.E.S. via L. da Vinci 12/a 35133 Padova
Tel: 3939130307; c.f.92080860288, p.i. 03613820285;
Registro CONI n° 219313 e registro comunale delle libere forme associative di Padova n° 1059
Affiliazione all’US Acli n° 2114 mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Policy Privacy - Policy Cookie